Linee guida dell'Istituto Upledger

L'Istituto Upledger è fermamente convinto che tutti gli organismi viventi siano stati dotati per loro natura di sofisticati meccanismi di sopravvivenza, che consentono loro di esistere in un ambiente che, a causa di condizioni incessanti, presenta loro continue nuove sfide. Questi meccanismi di adattamento a sempre diverse condizioni di vita, è innato in ogni organismo. 

Qualora questo sistema di adattamento dovesse fallire, bisognerà trovare un modo di supportare questi processi di adattamento innati e naturali, per portarli a funzionare di nuovo al meglio. Per il corpo umano, un tale miglioramento del funzionamento gli consente di avvicinarsi alla completa guarigione.

Questo approccio non è né curativo né palliativo, può piuttosto essere definito di supporto. Questo significa che l'Istituto Upledger opta per il supporto dei meccanismi di autoguarigione innati nell'essere umano. 

Ciò non significa, tuttavia, che il supporto di meccanismi di autoguarigione, escluda l'applicazione della medicina e della chirurgia occidentale convenzionale. I meccanismi di auto guarigione del corpo umano dovrebbero piuttosto essere inclusi in tutti gli aspetti della medicina occidentale. Ciò comporterebbe un minor numero di pazienti malati, una maggiore aspettativa di vita, una più rapida convalescenza sia in caso di malattia che di trauma, e ad un invecchiamento più dignitoso.

La soluzione a qualsiasi problema di salute può essere trovata nell'organismo stesso.  Al posto di esaminare l'organismo in profondità o di prevedere un intervento chirurgico, situazione che mette l'organismo sulla difensiva, i terapisti dell'Istituto Upledger, con un tocco leggero, una comunicazione verbale o non, fissano la loro intenzione in modo da conoscere la causa del disturbo. 

Quindi esplorano i modi per eliminare le cause il più delicatamente possibile. Si offrono come sostenitori del processo di autoguarigione e si lasciano guidare dallo stesso. Questo metodo è in armonia con la medicina e la chirurgia convenzionale occidentale e, se usato correttamente, consentirà al corpo di rispondere in maniera positiva alla medicina evitando forse interventi chirurgici o l'assunzione di troppi farmaci. Ogni paziente o cliente possiede un "medico interiore" in grado si rintracciare tutti i problemi di salute e che è nella posizione migliore per risolverli. la responsabilità del terapista è quella di impegnarsi in un "dialogo" con questo "medico interiore" e di seguire i suoi consigli. 


Obiettivi dell'Istituto Upldger

di Dr. John E. Upledger, osteopatia, medico e chirurgo

  • L'Istituto Upledger condivide il suo sapere concernente il supporto del meccanismo di autoguarigione naturale innato del corpo umano a tutte le persone interessate, indipendentemente dalla loro formazione e specializzazione. 
  • L'istituto Upledger pone sempre il benessere di pazienti e clienti al di sopra della "lealtà" nei confronti dei singoli soggetti medici. I pazienti e clienti traggono vantaggio quando gli operatori sanitari di tutte le discipline si scambiano apertamente le loro conoscenze.
  • L'Istituto Upledger sponsorizza e occasionalmente organizza eventi informativi pubblici per informare su concetti, idee e procedure riguardanti l'unità del corpo e della mente, meccanismi innati di autoguarigione e come supportarli. Le tecniche praticate dall'Istituto Upledger sono garantite prive di rischi e incoraggiano la riscoperta della capacità naturale di autoguarigione che viene data ad ogni essere umano.  

  • L'Istituto Upledger è dedicato alla ricerca di concetti e metodi che possono essere utilizzati per alleviare i sintomi a breve termine e per identificare ed eliminare la loro cause alla radice. Sono i pazienti e i clienti a portare la maggior parte di questi concetti e idee e sono di fatto i migliori insegnanti per nostri terapisti. Questi sono sempre aperti alla valutazione e all'applicazione di nuovi metodi, purché questi siano -come tutte le tecniche dell'istituto Upledger- assolutamente privi di rischi. 

  • L'istituto Upledger considera ogni paziente e cliente come un individuo unico. Le probabilità statistiche, le sindromi e le probabili diagnosi sono relegate in secondo piano, mentre il terapista contatta il medico interiore del paziente e scopre la cartella clinica del corpo in questione. Questo dossier medico contiene le anomalie del tessuto, fluidi corporei qualità energetica e mobilità. Ad ogni sessione viene stabilita una nuova valutazione senza consultare le precedenti o qualsiasi altra fonte di informazioni sui pazienti. In questo modo è quasi impossibile perdere informazioni che altrimenti potrebbero venir trascurate. Questo permette a nuove informazioni di fluire durante la sessione evitando che il terapista venga distratto dalle diagnosi precedenti. Spesso due o più terapisti valutano un paziente senza conoscere la diagnosi fatta in precedenza dai colleghi. Lo scambio dei rispettivi risultati avrà luogo solo dopo che le singole valutazione sono state completate. Questo evita che i terapisti si profilino ai danni del paziente. 
  • C'è sempre uno sforzo costante per rendere il paziente o il cliente indipendente dal terapista. L'obiettivo è quello di promuovere l'autostima del paziente o del cliente e di aiutarlo ad assumersi la responsabilità della sua vita. Inoltre gli innumerevoli livelli di coscienza che ogni persona possiede, dovrebbero riapprendere a comunicare tra loro liberamente e in sicurezza, cosicché tutti i livelli di coscienza siano percepiti senza alcun problema e senza che questi debbano prima sviluppare malattie o sintomi per essere ascoltati.

  • Per supportare i meccanismi di autoguarigione, i terapisti dell'Istituto Upledger, utilizzano qualsiasi tecnica che possa essere appropriata, a condizione che sia priva di rischi e non invasiva.  Al momento opportuno, spiegheranno al cliente ricettivo, nel modo più opportuno, cosa sta succedendo. I pazienti o clienti devono capire le cause dei loro problemi di salute e il trattamento scelto. E' altrettanto importante che capiscono che solamente collaborando con il terapista il processo di recupero può essere avviato e che è quindi necessario che facciano la loro parte del lavoro.